Borgo pianello

Il posto in cui tutto inizia.

Borgo Pianello è il primo e più antico rione murano, primo luogo di comunità e riparo per le genti risalite a fine 800 d.C dai casali distribuiti sul territorio per scampare ai pericoli e alle scorribande dei nemici. Borgo Pianello è prima testimonianza dell'elevarsi, del desiderio dei primi insediamenti a stringere un patto ferreo con la roccia e il cielo. L'abitato difeso da mura irte e disposto tra due Porte, tra cui Porta Janua, fu costruito su rilievi calcarei di bellezza pittorica. Roccia e cielo come scudo e l'unica fonte d'acqua imperniata sul versante est del costone. Alla fonte, i primi muresi arrivavano attraverso una stretta e scenografica gola, quella stessa che accoglie il torrente Rescio e che nel tempo vedrà fiorire i mulini azionati ad acqua.

 

Per lungo tempo Borgo Pianello ha vissuto un'esistenza autonoma e indipendente, mentre i dintorni e le altre creste accoglievano nuove famiglie. La fonte, la piccola piazza che fu centro delle attività sociali e la Chiesa di San Nicola si ritrovano ancora nella luce caravaggesca dei vicoli splendidi che, stretti e ripidi, accarezzano gli usci tutti vicini delle casette e raggiungono la vetta del Belvedere, la Cattedrale, il Castello e i Palazzi religiosi della cittadina. Una trasversale veloce come il volo di un falco porta invece verso il Ponte del Pianello e verso le Ripe. Borgo Pianello è il posto delle parole scolpite tra i sassi levigati dai mille passi della vita che da qui è passata. Viole e geranei ornano i piccoli balconi aperti come occhielli di stoffa sui muri di pietra. Vi esce la luce.